• Presentare una denuncia
  • Richiesta d'informazioni
60th Rome Treaty anniversaryLa tua Europa - Il portale di accesso ai servizi pubblici europei e nazionali on-line

Sintesi della decisione nel caso 124/2018/NF relativo al rifiuto della Commissione europea di concedere l’accesso del pubblico ai documenti riguardanti il progetto «TETRA», finanziato dall’UE, su una trachea bioingegnerizzata costituita da tessuto ottenuto attraverso la semina di cellule staminali autologhe

Lingue disponibili :  bg.es.cs.da.de.et.el.en.fr.ga.hr.it.lv.lt.hu.mt.nl.pl.pt.ro.sk.sl.fi.sv
  • Caso :  124/2018/NF
    Aperto(a) il 18-gen-2018 - Decisione del 14-mar-2018
  • Istituzione(i) interessata(e) :  Commissione europea

Il caso riguardava il rifiuto da parte della Commissione europea di concedere l’accesso del pubblico ai documenti relativi allo status di un progetto di ricerca clinica finanziato dall’UE denominato «TETRA». Lo scopo del progetto TETRA è quello di condurre una sperimentazione clinica su un approccio innovativo alla sostituzione tracheale.

I documenti richiesti contengono informazioni sulla fase preparatoria della sperimentazione clinica. La Commissione ha rifiutato di divulgare i documenti sostenendo che ciò avrebbe pregiudicato gli interessi commerciali dei partecipanti al progetto TETRA e la vita privata e l’integrità di alcuni di loro e di singoli individui esterni al progetto. Il denunciante ha contestato la decisione della Commissione alla luce di uno scandalo di frode e di cattiva condotta nel campo della ricerca, verificatosi in un altro progetto di ricerca nel campo degli impianti tracheali.

La Mediatrice, dopo aver esaminato i documenti e incontrato la Commissione, ha ritenuto che non vi fosse stata cattiva amministrazione da parte della Commissione. Considerato che la sperimentazione TETRA non è ancora iniziata e non è imminente e che il contenuto delle relazioni sullo stato di avanzamento dei lavori, se reso pubblico, non risolverebbe alcun problema di sanità pubblica né genererebbe un beneficio pubblico, la Mediatrice ritiene che non vi sia un interesse pubblico prevalente alla divulgazione delle relazioni sullo stato di avanzamento dei lavori riguardanti il progetto TETRA.