You have a complaint against an EU institution or body?

Available languages:
  • ITItaliano

Decisione della Mediatrice europea nel caso 949/2021/LM contro la Commissione Europea riguardante la maniera in cui la Commissione europea ha trattato una richiesta di aiuto al fine di ottenere una lettera di supporto dal Consiglio Internazionale dei Cereali (CIC) per un progetto riguardante riserve di grano a supporto di paesi in via di sviluppo

Egregio Dott. X,

Il 29 aprile 2021, Lei ha presentato una denuncia alla Mediatrice europea riguardante il rifiuto della Commissione europea di aiutarLa al fine di ottenere una lettera di supporto dal Consiglio Internazionale dei Cereali (CIC) per il Suo progetto riguardante la costituzione di riserve di grano per gli aiuti umanitari. Lo scopo di tale lettera era la richiesta di un finanziamento al Fondo comune per i prodotti di base (CFC). Lei sostiene che la Commissione, rifiutando la Sua richiesta, avrebbe dovuto indirizzarLa verso un altro organismo in grado di aiutarLa ad ottenere una lettera di supporto dal CIC.

Dopo un’attenta analisi di tutte le informazioni da Lei fornite, mi rammarico di doverLa informare che la Mediatrice non ha rilevato cattiva amministrazione da parte della Commissione europea nel Suo caso[1].

Ci rendiamo conto della Sua delusione per la decisione della Commissione di non chiedere alla CIC di sostenere il Suo progetto. Tuttavia, la Commissione Le ha spiegato, in sintesi, che l’idea alla base della proposta di progetto non è compatibile con la politica dell'UE in materia di assistenza alimentare. La Commissione non ha nessun obbligo di sostenere un progetto che ritiene incompatibile con la politica dell'UE in tale area. Le decisioni della Commissione in materia di politiche specifiche, quali quella dell’assistenza alimentare, esulano dal mandato della Mediatrice.

La Commissione ha inoltre considerato che, per presentare una domanda di finanziamento al CFC, non è necessario ottenere una lettera di supporto da un altro organismo.

Per queste ragioni, riteniamo che la Commissione le abbia fornito una risposta chiara e ragionevole ed abbiamo quindi deciso di chiudere il caso.  Speriamo che le informazioni soprariportate possano esserLe utili.

Distinti saluti.

 

Tina Nilsson
Capo dell’unità Gestione dei casi

Strasburgo, 04/06/2021

 

[1] Informazioni complete sulla procedura e i diritti relativi alle denunce sono pubblicati sul https://www.ombudsman.europa.eu/it/document/70707.