• Presentare una denuncia
  • Richiesta d'informazioni
Elezione del Mediatore europeoDomande sull’Europa?La tua Europa - Il portale di accesso ai servizi pubblici europei e nazionali on-lineTrattato di Lisbona

Presunta mancata adozione di interventi appropriati per affrontare l’aumento della mortalità delle api.

Lingue disponibili :  bg.es.cs.da.de.et.en.fr.ga.it.lv.lt.hu.mt.nl.pl.pt.ro.sk.sl.fi.sv
  • Caso :  0512/2012/BEH
    Aperto(a) il 28-mar-2012 - Decisione del 2-ott-2012
  • Istituzione(i) interessata(e) :  Commissione europea
  • Ambito(i) giuridico(i) :  Agricoltura
  • Tipi di presunta cattiva amministrazione – (i) violazione di, o (ii) violazione degli obblighi connessi a :  Legalità (scorretta applicazione di norme sostanziali e/o procedurali) [Articolo 4 CEBCA]
  • Oggetto(i) :  Questioni istituzionali, politiche e di altro genere
Bee
Autore:
Copyright: Stocklib ©

Sintesi della decisione relativa alla denuncia 512/2012/BEH contro la Commissione europea

La Commissione ha autorizzato l’uso di una serie di insetticidi, denominati neonicotinoidi, per scopi fitosanitari. Il regolamento pertinente prevede una procedura di riesame riguardante l’autorizzazione di sostanze nel caso in cui nuove prove scientifiche indichino che non soddisfano più i criteri di approvazione, ad esempio perché rappresentano una minaccia per la salute degli animali.

Nel marzo 2012 un membro del collegio dei difensori civici austriaci si rivolgeva al Mediatore europeo rilevando che, in base alle osservazioni degli apicoltori e a nuove prove scientifiche, determinati neonicotinoidi avevano determinato un aumento della mortalità delle api negli ultimi anni. In tale contesto, il denunciante affermava che, nonostante la disponibilità di nuove prove scientifiche, la Commissione non avesse preso misure adeguate per risolvere il problema della mortalità delle api legato all’uso di certi neonicotinoidi e che avrebbe dovuto adottare provvedimenti idonei ad affrontare la questione.

Nel suo parere la Commissione chiariva, in sostanza, che stava monitorando attentamente i nuovi sviluppi scientifici e che, nell’aprile 2012, aveva avviato un riesame completo della valutazione del rischio di tutti i neonicotinoidi per le api, procedura attualmente svolta dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA). Aggiungeva che il completamento della valutazione dell’EFSA è previsto per il 31 dicembre 2012. Nelle sue osservazioni il denunciante prendeva atto con soddisfazione della decisione della Commissione di avviare un riesame ed esprimeva l’auspicio che potesse essere raggiunto un risultato positivo in merito al grave problema della mortalità delle api. Chiedeva inoltre al Mediatore di informarlo sull’esito della procedura di riesame.

In considerazione delle misure adottate dalla Commissione, fra cui l’avvio di un riesame, e alla luce delle osservazioni presentate dal denunciante, il Mediatore ha concluso che la Commissione ha risolto la controversia con soddisfazione del denunciante. Il Mediatore ha pertanto archiviato il caso. Nel contempo, ha chiesto alla Commissione di informarlo in merito all’esito del suo riesame entro il 31 marzo 2013.