• Presentare una denuncia
  • Richiesta d'informazioni

Riassunti delle decisioni di chiusura di casi

 La Mediatrice europea avvia una consultazione pubblica in relazione alla trasparenza dei negoziati in vista di un partenariato trans-atlantico sul commercio e gli investimenti (TTIP) Domande sull’Europa?La tua Europa - Il portale di accesso ai servizi pubblici europei e nazionali on-lineTrattato di Lisbona

La può aiutare?

Lingue disponibili :  bg.es.cs.da.de.et.el.en.fr.ga.it.lv.lt.hu.mt.nl.pl.pt.ro.sk.sl.fi.sv

Il Mediatore europeo

Il Mediatore europeo si occupa delle denunce contro le istituzioni e gli organi dell'Unione europea. Lei può presentare una denuncia al Mediatore europeo per i casi di cattiva amministrazione da parte di tali istituzioni od organi.

Il Mediatore non può trattare casi riguardanti le amministrazioni nazionali, regionali o locali degli Stati membri, anche quando i casi riguardano questioni concernenti l'Unione europea. Molte di queste denunce possono essere trattate dai difensori civici regionali e locali, oppure dalle commissioni per le petizioni dei parlamenti nazionali o regionali. Informazioni sugli indirizzi dei difensori civici nazionali e regionali e delle commissioni per le petizioni nell'Unione europea sono disponibili sul sito del Mediatore europeo: http://www.ombudsman.europa.eu

Cosa significa "cattiva amministrazione"?

Cattiva amministrazione significa mancanza o carenza di amministrazione. Ciò si verifica quando un'amministrazione non opera secondo la legge, o non rispetta i principi di buona amministrazione, o viola i diritti umani. Alcuni esempi sono:

  • irregolarità amministrative
  • iniquità
  • discriminazioni
  • abuso di potere
  • mancanza di risposta
  • rifiuto d'informazione
  • ritardi ingiustificati


Quali sono le istituzioni e gli organi dell'Unione europea?

Esempi di istituzioni ed organi dell'Unione europea sono:

  • Parlamento europeo
  • Consiglio dell'Unione europea
  • Commissione europea
  • Corte di giustizia delle comunità europee (salvo che nella sua funzione giurisdizionale)
  • Corte dei conti europea
  • Comitato economico e sociale europeo
  • Comitato delle regioni dell'Unione europea /li>
  • Banca europea per gli investimenti
  • Banca centrale europea
  • Ufficio europeo per la selezione del personale (EPSO)
  • Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF)
  • Ufficio di polizia europea (Europol)
  • Le agenzie decentrate (l'Agenzia europea dell'ambiente, il Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale, l'Ufficio per l'armonizzazione del mercato interno, etc.)

Non si tratta di una lista esaustiva. L'elenco completo delle istituzioni e degli altri organi dell'Unione europea, è disponibile sul sito: http://www.europa.eu/

Chi può presentare denunce?

Ogni cittadino di uno Stato membro dell'Unione o residente in uno Stato membro può presentare una denuncia al Mediatore europeo contro i casi di cattiva amministrazione di istituzioni od organi dell'Unione europea. Lo stesso diritto è attribuito alle imprese, alle associazioni ed altri organismi con sede ufficiale nell'Unione.

Che risultato può aspettarsi?

A seguito della denuncia, il Mediatore europeo può semplicemente contattare l'istituzione competente affinché questa risolva il problema. Nel caso in cui il caso non sia risolto in maniera soddisfacente durante il corso delle indagini, il Mediatore europeo cerca, nei limiti del possibile, di giungere ad una soluzione amichevole che risolva il problema causato dalla cattiva amministrazione e soddisfi la richiesta del denunciante. In caso di fallimento della soluzione amichevole, il Mediatore europeo può fare delle raccomandazioni per la risoluzione del caso. Infine, se l'istituzione non accetta le proprie raccomandazioni, il Mediatore ha la possibilità di presentare una relazione speciale al Parlamento europeo.

Come presentare una denuncia?

Scrivendo al Mediatore in una delle lingue del Trattato(1), indicando chiaramente le generalità, l’istituzione o l’organo dell’Unione europea che si intende denunciare ed i motivi che inducono a farlo.

  • La denuncia deve essere presentata entro due anni dalla data in cui si è avuta conoscenza dei fatti contestati.
  • Non è necessario essere stati personalmente vittime del caso segnalato.
  • Occorre aver già contattato l'istituzione o l'organo in questione (ad esempio tramite lettera).
  • Il Mediatore non esamina casi già decisi da un tribunale o ancora in stato di pendenza.

Il Mediatore esamina la denuncia e comunica i risultati dell'indagine.

Una denuncia può essere trasmessa al Mediatore europeo tramite lettera oppure utilizzando il formulario qui incluso. Una versione elettronica del formulario è disponibile nel sito Internet del Mediatore: http://www.ombudsman.europa.eu

Come contattare il Mediatore europeo:

  • Posta ordinaria:
    Mediatore europeo
    1 Avenue du Président Robert Schuman
    CS 30403
    FR-67001 Strasbourg Cedex
    Francia
  • Telefono:
    +33 (0) 3 88 17 23 13
  • Fax:
    +33 (0) 3 88 17 90 62
  • Sito Internet
    http://www.ombudsman.europa.eu

(1) A partire dal 1 gennaio 2007, le lingue ufficiali del trattato sono 23: bulgaro, ceco, danese, estone, finlandese, francese, greco, inglese, irlandese, italiano, lettone, lituano, maltese, olandese, polacco, portoghese, rumeno, slovacco, sloveno, spagnolo, svedese, tedesco e ungherese.