Closing summaries of cases

Annual salary review of EU delegations' local staff (Added on: 03 Apr 2014 10:01 CEST)
Alleged conflict of interest concerning an EFSA Working Group (Added on: 03 Apr 2014 10:01 CEST)
All summaries...
Questions about Europe?Your Europe - The portal to on-line European and national public servicesTreaty of Lisbon

Codice di condotta per gli osservatori elettorali dell’UE

Available languages: bg.es.cs.da.de.et.el.en.fr.ga.it.lv.lt.hu.mt.nl.pl.pt.ro.sk.sl.fi.sv
  • Case: 2635/2010/(MB)TN
    Opened on 31 Jan 2011 - Decision on 07 Sep 2012
  • Institution(s) concerned: European Commission
  • Field(s) of law: External relations
  • Types of maladministration alleged – (i) breach of, or (ii) breach of duties relating to: Notification of the decision [Article 20 ECGAB]
  • Subject matter(s): Execution of contracts
Hand with voting ballot
Author:
Copyright: Stocklib ©

Sintesi della decisione relativa alla denuncia 2635/2010/(MB)TN (riservata) contro la Commissione europea

La denuncia riguarda la presunta mancata notifica al denunciante da parte della Commissione europea dei risultati del proprio accertamento, in base ai quali il denunciante avrebbe violato il Codice di condotta delle missioni di monitoraggio elettorale dell’UE.

Dopo aver esercitato il ruolo di osservatore elettorale dell’UE, il denunciante veniva informato da terzi che la Commissione aveva accertato una violazione, da parte sua, del Codice di condotta relativo a tali osservatori. Il denunciante era preoccupato del fatto che questa decisione non gli fosse stata comunicata e che la stessa avrebbe potuto ripercuotersi sulle sue possibilità di essere selezionato per future missioni di osservazione elettorale dell’UE.

Il Mediatore individuava un certo numero di problemi nella procedura applicata dalla Commissione e non era pienamente convinto del fatto che i diritti del denunciante, garantiti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e dal Codice europeo di buona condotta amministrativa, fossero stati rispettati. Pertanto, il Mediatore proponeva una soluzione amichevole, suggerendo alla Commissione l’adozione di misure atte a porre rimedio alla situazione relativamente (i) alla situazione personale del denunciante e (ii) alla procedura generale seguita.

Con riferimento alla situazione personale del denunciante, la Commissione risolveva il caso fornendo assicurazioni sul fatto che questi avrebbe mantenuto i requisiti di candidato perfettamente idoneo a ricoprire future missioni di osservazione elettorale dell’UE.

Relativamente alle proprie procedure generali concernenti l’accertamento di una violazione del Codice di condotta per gli osservatori dell’UE, la Commissione rispondeva che l’attuazione della proposta del Mediatore relativa a una revisione di tali procedure era già in corso. Il Mediatore accoglieva con favore tale revisione formulando alcuni suggerimenti al riguardo.

European OmbudsmanTwitter @EUOmbudsmanLinkedIn European OmbudsmanYoutube EOTubes